La Rappresentativa dell’Abruzzo regina dei Giovanissimi


I Giovanissimi della Rappresentativa dell’Abruzzo hanno conquistato la decima edizione del Torneo Internazionale di calcio giovanile Parco delle Colline Carniche, disputato nel week-end fra Villa Santina e Tolmezzo.
La formazione del Centro Italia si è imposta 1-0 nella finale primo/secondo posto con il Pordenone grazie ad una rete realizzata da Manari quasi allo scadere dei 50’ di gioco.

Il Pordenone si era qualificato per la finale vincendo nella mattinata a Tolmezzo le partite del suo triangolare con i croati del Pazin (4-0 con reti di Movio, Guadagnin, Doratiotto e Fantin) e la Rappresentativa Fvg (2-0, in rete ancora Guadagnin e Zanotel). Nell’altra partita del raggruppamento la squadra friulgiuliana aveva battuto 2-0 il Pazin (Cambi e Viotto).

La rete di Manari che ha deciso la finale

La squadra abruzzese aveva invece esordito perdendo 1-0 a Villa Santina con l’Udinese (rete di Berthe), vincendo poi 3-0 con gli sloveni dell’Izola grazie a Pepe, Bentivoglio e Marchegiani. Nell’ultima partita per accedere alla finalissima all’Udinese sarebbe bastato un pareggio ed invece, nonostante si fosse trovata due volte in vantaggio, è stata sconfitta 3-2 dall’Izola. Reti bianconere di Campana e Pafundi, mentre per gli sloveni sono arrivate la doppietta di Vuketic e la singola marcatura di Hoti. Così le tre squadre sono arrivate appaiate a tre punti e a decidere è stata la differenza reti, con Abruzzo primo, Udinese seconda e Izola terza.

Il terzo posto è stato ottenuto dalla Rappresentativa Fvg, impostasi sull’Udinese per 1-0 grazie al gol nei primi minuti di Lamen. Quinta piazza per il Pazin, vincitore 3-0 sull’Izola grazie alla doppietta di Pajković e alla singola marcatura di Grahovac.

Presenti alla premiazione, fra gli altri, l’assessore regionale Barbara Zilli, la consigliere Mariagrazia Santoro, il presidente della Figc regionale Ermes Canciani, il presidente dell’Aiac carnica Fausto Barburini e il presidente della sezione Aia di Tolmezzo Nicola Forgiarini, oltre agli amministratori dei comuni del Parco delle Prealpi Giulie.

Sabato si era svolto il torneo Pulcini, che aveva visto la riconferma dell’Ancona Udine al termine di un girone finale da brivido, con Ancona, Udinese e Pordenone che hanno concluso con lo stesso punteggio. A decidere chi dovesse portare a casa la coppa, come da regolamento, è stato così il maggior numero di giocatori coinvolti, che ha appunto premiato l’Ancona.

Dodici le squadre partecipanti, impegnate complessivamente in sei partite di 14 minuti ciascuna. Oltre alle tre formazioni citate, c’erano anche Tolmezzo, Gemonese, Casarsa, Donatello, Isontina, Codroipo, Ancona Udine, Azzurra Premariacco, Amici dello Sport Visco Villa, tutte protagoniste della tradizionale sfilata che ha aperto la giornata.

Nella pausa per le due fasi, l’AIAC Carnica ha proposto un incontro sul tema “Attività di base: lo sviluppo del Giovane Calciatore attraverso gioco e divertimento”, con relatore l’allenatore di base Uefa B Jacopo Valent, dottore in Scienze Motorie e Scienze dello Sport.

L’organizzazione, coordinata da Stefano Mecchia, è curata dalla Figc di Tolmezzo e dell’Aiac carnica.

(foto di Marco Fachin)

Be Sociable, Share!